Category Archives: Rubrica “Pensieri e Sapori”

RAVIOLI DOLCI: DALLA CANNELLA ALLA SFOGLIA LE FRAGRANZE DI PANTELLERIA

Una fragranza, un aroma, un impasto possono raccontare storie remote di vite ricche bellezza e amore. Un dessert come il raviolo dolce sa essere un affascinante chansonier della cultura e della socialità di Pantelleria. Seguite la ricetta che ci ha inviato la chef de Il Giornale di Pantelleria Giuseppa Lo Pinto, provate ad eseguirla e assaggiate i ravioli quando sono

Leggi altro

La SuperLuna di Pantelleria più romantica del 2019

Come fa la luna a non elevare il cuore di un poeta, se riesce ad innalzare il mare (Carlos Saweda Weise) La superLuna di Pantelleria più romantica è quella che abbiamo trovato postato su Facebook, ad opera di Pietro Gabriele. Il noto artista isolano ieri sera, recandosi presso il Lago di Venere ha voluto regalarci un superbo cuore di luna

Leggi altro

Il Sindaco Campo ringrazia i giovani di Pantelleria nelle “giornate della memoria”

Le toccanti parole del sindaco di Pantelleria Vincenzo Campo dedicate ai ragazzi dell’ istituto Almanza impegnati nelle giornate della memoria Oggi ho avuto l’onore di partecipare all’incontro sulla “giornate della memoria” organizzato dall’Istituto Superiore V.Almanza. Un plauso al Preside ed al corpo docenti per la sensibilità ed organizzazione ma soprattutto a tutti i ragazzi che con le loro rappresentazioni hanno

Leggi altro

Le ricette antiche di Pantelleria: braciole al sugo

La cuoca Giuseppa Lo Pinto, questa domenica ha deliziato il palato dei suoi fortunati commensali con un piatto eccezionale: le braciole al sugo. Questa pietanza fa parte della tradizione di Pantelleria più antica e, pur potendo costituire un piatto unico, si consiglia di usare il sugo per il condimento di pasta fatta in casa, acqua e farina, tipo i  maccarruna

Leggi altro

Epifania secondo lo scrittore Fabio D’Anna

Epifania non è solo culto della divinità, prima greca poi cristiana, è fede laica nel viaggio- metafora della ricerca di se stessi- capacità di mantenere intatto il desiderio dello stupore, della rivelazione, dell’apparizione. Ognuno è chiamato al viaggio sin dalla nascita, un viaggio che ha percorsi diversi per ogni persona. Si possono incontrare i Re Magi, oppure sentirsi uno di

Leggi altro

Vigilia di Natale: il significato religioso, le tradizioni del veglione e del digiuno

  La Vigilia di Natale è una delle principali festività del mondo cristiano. In alcune realtà, durante la sera del 24 dicembre si osserva una alimentazione di magro, se non digiuno. Mentre in altre comunità, la Vigilia di Natale,  si festeggia con un veglione luculliano, dove cibarie (prevalentemente a base di pesce) e bevande si assiepano sulla mensa imbandita che raduna famiglie in

Leggi altro

E’ morto Giovanni D’Amico per tutti Ghiuvanninu Staccavacche. Domani i funerali

Si è spento all’età di 95 anni Giovanni D’Amico, Mastro Panaro di Pantelleria. Il suo gracile corpo ieri ancora intrecciava verghe per il prossimo cesto e questa mattina ci ha lasciato con grande malinconia per tutta la comunità dell’isola. L’età anziana ha preso il sopravvento su di lui che tenace come i suoi giunchi è arrivato glorioso a sfiorare il

Leggi altro

A Pantelleria per Santa Lucia si fa la “Cuccia”

No, non è il ricovero del cane, infatti la parola deve esser letta con la cadenza di Lucia! Precisato questo, dunque, per una delle sante più importanti e venerate d’Italia, Pantelleria offre un piatto ad hoc: la cuccia. Il nome del piatto, probabilmente, deriva da chicco di grano e trattasi di un dessert fresco, nonostante la presenza di importanti elementi

Leggi altro

“Il gatto e le ombre” di Fabio D’Anna

Il gatto e le ombre. Il mio gatto, che non sa di essere mio come io ignoro d’essere suo, gioca con le ombre. Le insegue talvolta, altre le crea, le sormonta, le divora, inscena lotte in cui e’ vittima e carnefice, ombra della sua forma e corpo dell’ombra stessa. Salta, piroetta, scatta, afferra l’immagine della preda che raggiunta scompare. Somigliano

Leggi altro

“Lignutorto e la cavallina sardignola”, ricordi di infanzia pantesca

Il forte maestrale spettinava i rami di buganvillee abbracciati al tronco della rigogliosa conifera profumata e noi ci trastullavamo lungo la strada a giocare a nascondino o a campana con i selci di quacina (calce) che trovavamo in prossimità delle case, o a creare nel giardino di casa intingoli sanguigni con i petali di geranio o di oleandro. Eravamo quattro 

Leggi altro
« Vecchi articoli