Assassinio a Pantelleria. Il reo avrebbe agito per legittima difesa

E’ stato derubricato in “eccesso colposo di legittima difesa” il capo di accusa pendente sulla testa di Mohamed Den Mariem, processato per omicidio volontario ai danni  di Maurizio Fontana.

La pubblica accusa così ha chiesto la condanna del tunisino a due anni di reclusione.

L’avvocato difensore Alessandro Casano ha, invece, chiesto l’assoluzione, affermando che il suo assistito ha agito per legittima difesa.

I fatti si riferiscono al caso di cronaca nera avvenuto il 9 gennaio 2018: Maurizio Fontana, di Pantelleria classe 1970, morto in seguito ad una lite finita a colpi di coltello, inferti nel petto.
Il pantesco dopo la colluttazione si era accasciato al suolo privo di sensi. Intervenuti i sanitari del 118, l’uomo è stato trasportato al pronto soccorso dove è morto per le ferite riportate.
Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri isolani, i due avrebbero litigato proprio nella centralissima Piazza Cavuour dove Fontana e lo straniero si era dato alla fuga.
Raggiunto senza troppe difficoltà dai militari  Mariem veniva tratto in arresto, con addosso ancora l’arma del delitto.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...