Mezzo milione di euro per scavi archeologici in Sicilia. Tra i siti anche Pantelleria

La Regione Sicilia ha finanziato, infatti, otto cantieri nelle province di Palermo, Catania, Agrigento, Trapani, Enna, Ragusa e Messina, per un totale di 500mila euro.

Il Governo Musumeci intende dare un nuovo via alle attività di scavo e ricerca che tanto lustro hanno dato, in passato, alla Sicilia al fine di  arricchire l’offerta culturale del  patrimonio archeologico isolano a turisti, studiosi e curiosi e riappropriarsi di una tradizione scientifica indispensabile per lo studio e la conservazione della memoria.

A quanto si apprende i lavori – scavi, consolidamento, messa in sicurezza, restauro e creazione di percorsi di visita – dovrebbero prendere il via tra qualche settimana, quando le condizioni meteorologiche consentiranno l’avvio delle operazioni.

A Pantelleria,  partirà lo scavo, il rilievo e lo studio di Mursia, il villaggio preistorico costituito da capanne e con la necropoli costituita dai Sesi.

E’ previsto il recupero di inumati ed eventuali corredi funerari, nonché la sistemazione dell’intera area archeologica per la fruizione di visitatori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...