Bufera giudiziaria per l’aeroporto di Trapani: 15 avvisi di garanzia

L’aeroporto di Birgi è sulle cronache giudiziarie da ieri: la procura di Trapani, attraverso la Guardia di Finanza, sta indagando sulla società Airgest.

L’ipotesi di reato è malversazione di fondi pubblici, che ha fatto emettere 15 avvisi di garanzia nei confronti dei manager che si sono avvicendati negli ultimi anni alla guida dell’aeroporto.

Gli inquirenti stanno indagando sulla vicenda dell’accordo di comarketing stipulato con Ryanair che ha consentito alla società irlandese di operare diversi anni sullo scalo trapanese in regime di monopolio.

Le indagini sono scattate a seguito di una serie di esposti presentati da rappresentanti del  Movimento 5 Stelle.

I pentastellati, infatti, avrebbero assunto una posizione riguardo proprio all’accordo di comarketing tra una società di marketing riferibile alla Ryanair e i 24 Comuni della provincia di Trapani.

La Airgest è una società a capitale quasi esclusivamente pubblico, in cui  la Regione Sicilia ha la maggioranza delle quote (pari al 99,93%).

Queste indagini arrivano in un momento difficile per le sorti dell’aeroporto, visto l’esito deludente dell’ultimo bando che avrebbe dovuto risolvere la questione dei collegamenti con i principali aeroporti italiani ed europei.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...