Sicilia, urne aperte nei comuni sciolti per mafia

Oggi si torna al voto nei comuni di Corleone e Palazzo Adriano, sciolti per infiltrazioni mafiose nell’agosto 2016, dopo l’intervento dei commissari prefettizi.
Nei due comuni in provincia di Palermo, le urne si sono aperte stamattina alle 7:00 e si chiuderanno stasera alle 23.

I candidati che sembrano essere più forti sulla carta sono quelli del centrodestra e del Movimento 5 Stelle.
A Palazzo Adriano è una corsa a due tra i candidati Nicolò Granà e Giuseppe Alessi.
Nicolò Granà: 38enne, imprenditore impegnato nel turismo e geometra si candida con l’appoggio della lista Siamo #palazzoadriano. Sono già noti, inoltre, i due assessori designati: Aurelia Granà e Pasquale Cuttunaro;
• Giuseppe Alessi: 62enne, storico candidato e sindaco della Dc locale, impiegato statale, che si presenta con l’appoggio della lista Noi ci mettiamo la faccia, presentando, inoltre, gli assessori designati: Antonino Calì e Maria Francesca Sulli.
Sulla città che ha dato i natali a Totò Riina e Bernardo Provenzano, Corleone, c’è molta attenzione per lo sviluppo ed il risultato di queste comunali.
È un clima caotico quello che vivono i corleonesi e la città, soprattutto dopo le polemiche per una foto che ritrae il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle, Maurizio Pascucci, insieme al nipote del boss corleonese Bernardo Provenzano. Proprio per questo motivo è saltato il comizio di Luigi Di Maio, a sostegno del proprio candidato, nella città.
A Corleone l’agguerrita corsa al potere , è a tre:
Nicolò Nicolosi: 76enne, che è già stato sindaco dal 2002 al 2007 con la Dc e si candida con la lista Nuova luce;
Salvatore Saporito: architetto corleonese che si candida con la sua lista civica Viviamo Corleone;
Maurizio Pascucci: 58enne, toscano, ma residente a Corleone da diversi anni, è il candidato sindaco per il Movimento 5 Stelle, nonostante il mancato appoggio da parte del vicepremier Di Maio, Pascucci tira dritto e punta a diventare il primo cittadino di Corleone.
L’affluenza a Corleone, al momento, sembra essere molto bassa, a mezzogiorno sono andati a votare solo il 10,96% degli aventi diritto.

A Palazzo Adriano, invece, soltanto il 15%. C’è ancora tempo fino alle 23, subito dopo la chiusura dei seggi ci sarà lo spoglio. A quel punto Corleone e Palazzo Adriano si saranno pronunciati.

Flavio Silvia

 

L’articolo di Flavio Silvia viene pubblicato in paternariato con Punto a Capo Online

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...