Allerta meteo, il bilancio: 7 morti, decine di feriti e un disperso. Pantelleria senza collegamenti

Sono sette i morti, tra cui un vigile del fuoco volontario, un disperso e decine di feriti. 

Questo il bilancio provvisorio della violenta ondata di maltempo che si è scatenata ieri su tutta la Penisola, disagi e incidenti da nord a sud e mettendo in ginocchio l’Italia.

Vittime a Frosinone, Terracina, Napoli, Bolzano, nel Bellunese e nel Savonese. Acqua alta da record a Venezia, dove la marea ha raggiunto i 156 centimetri coprendo il 75% della città.

Ma ciò che più ha spaventato è stato il forte vento, con raffiche cicloniche fino a 180 chilometri orari, che ha letteralmente sradicato gli alberi dal manto stradale con oltre 5mila interventi dei vigili del fuoco in tutta Italia.

E proprio un vigile del fuoco volontario è morto in provincia di Bolzano, travolto da un albero caduto per il forte vento. A Terracina, sul litorale pontino, le immagini mostrano scene apocalittiche, con viali completamente ricoperti da tronchi secolari giganteschi divelti da una violenta tromba d’aria. Uno degli alberi ha colpito un’auto, uccidendo una persona e ferendo l’altra che si trovava a bordo. Sempre un tronco è stato la causa della morte di due persone, travolte mentre viaggiavano in auto a Castrocielo, in provincia di Frosinone.

Un ragazzo di 21 anni, studente di ingegneria, è stato colpito in pieno sempre da un albero mentre passeggiava nel quartiere napoletano di Fuorigrotta.

Poi una donna è morta in provincia di Savona, dopo essere stata colpita dalla copertura di un tetto scaraventata ad alta velocità da una tromba d’aria.

Da domenica sono iniziate le ricerche del proprietario di una barca a vela che si era schiantata contro un molo del porto del quartiere “Lido” di Catanzaro.

In provincia di Trapani sono stati sospesi i collegamenti marittimi con le Egadi e non è potuto partire l’aereo per Pantelleria. Diversi gli alberi caduti in tutta la provincia di Trapani, a cominciare dal capoluogo, anche di semafori e cornicioni di antichi palazzi.  Crolli anche a Marsala ed Alcamo.

A Palermo decine gli interventi dei vigili del fuoco. Un grosso ramo è caduto in corso Tukory a Palermo e ha colpito un passante. Due alberi sono caduti anche sull’autostrada Palermo-Catania: due i feriti.

Sette i voli dirottati da Palermo negli aeroporti di Catania, Trapani e Malta.

L’emergenza maltempo, nell’Agrigentino, si è concretizzata con raffiche di vento fortissime che hanno, almeno nel centro della città dei Templi, creato danni a due mezzi.

Dopo la breve tregua di oggi, da domani arriva una nuova perturbazione farà tornare piogge e forti venti da sud.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...